Digiuno intermittente e olive : un binomio vincente

Il digiuno intermittente una vera e propria sveglia per l’organismo. Energia, benessere e vitalità mangiando nei tempi giusti

Sembra l’ultima moda in fatto di diete ed alimentazione ma in realtà il digiuno intermittente non è niente di tutto questo. Ha radici antiche. Era già utilizzato dai soldati romani per fare il pieno di energie, essere lucidi e non affaticare l’organismo nella digestione mentre erano sul campo di battaglia.

Cos’è

Il digiuno è una pratica alimentare, uno stile di vita , non è una dieta perlomeno non nel senso che comunemente attribuiamo a questa parola. Strategia alimentare forse è il termine più azzeccato per definire questo antico modo di alimentarsi che tuttora, forse in modo anche un po’ inconsapevole, è praticato da tanti. Un esempio su tutti il Ramadan per i musulmani o il digiuno in Quaresima per i cattolici.

Come funziona

E’ un regime alimentare che si basa sulla quantità di tempo in cui si può mangiare invece che sulla quantità di cibo che si può ingerire. Ci sono delle ore della giornata in cui si può assumere cibo liberamente e altre in cui bisogna digiunare. Nelle ore di digiuno sono ammessi: acqua, caffè, the e tisane senza zucchero a volontà. I tipi di digiuno sono molteplici ma quello più comune e più adattabile è quello 16/8. Ci sono quindi 16 ore di digiuno e 8 di alimentazione. Si sfrutta per comodità il tempo di digiuno che fisiologicamente facciamo tutti, quello del sonno, saltando la colazione o la cena.

Gli spezzafame

Un momento cruciale per la buona riuscita di questa strategia alimentare è l’inizio della fase di alimentazione. Quando si ricomincia a mangiare è bene introdurre cibi ricchi di grassi buoni come noci, mandorle, yogurt greco, olive oppure un cucchiaio di olio extravergine. Dopo circa 20 minuti è possibile fare il pasto vero e proprio. Iniziare con i grassi buoni impedisce un repentino innalzamento della glicemia quando si consuma il pasto. All’interno della finestra di alimentazione è possibile mangiare tutto, è sconsigliabile soprattutto se si cerca di perdere peso, mangiare cibi troppo grassi o zuccherini.

Benefici

I benefici del digiuno? Tantissimi:

  • ristabilisce l’equilibrio insulinico
  • stimola l’autofagia. Ti aiuta ad eliminare le cellule danneggiate facendo posto alle cellule sane
  • favorisce l’equilibrio intestinale tenendo in ordine la flora batterica
  • fortifica il sistema immunitario
  • aiuta la salute di cuore e cervello

Se vuoi cominciare questo percorso è sempre meglio parlarne prima con il proprio medico. E se ti serve uno spezzafame sfizioso e salutare puoi scegliere tra le olive peranzana in salamoia e la bella di Cerignola.

Fatti sentire

Scrivi a [email protected] o chiama allo 0882381468

Seguici via mail

Iscriviti alla newsletter